fbpx
19.9 C
Casentino
domenica, 3 Luglio 2022

I più letti

Al Teatro Dovizi va in scena “Premiata Filatura FP”

Dopo il grande entusiasmo suscitato dalla doppia replica dello spettacolo “Presenti” nello scorso fine settimana, riapre nuovamente il sipario del piccolo Teatro Dovizi di Bibbiena, per un week end imperdibile con gli “Appuntamenti d’Autunno” .
Sabato 11 Ottobre, dalle ore 21:00, andrà infatti in scena lo spettacolo “PREMIATA FILATURA FP”, un progetto di Andrea Franchi e Riccardo Goretti, un testo liberamente ispirato ad una storia vera ed eseguito in tandem dai due autori con musiche e canzoni originali eseguite dal vivo.
“Premiata Filatura FP” racconta una storia semplice, vagamente (a tratti pesantemente) ispirata a fatti realmente accaduti e a persone realmente esistenti.

E’ la storia di una giornata narrata con parole e canzoni, dall’alba alla notte. Una giornata uguale a tante: Piero si sveglia nella sua amata/odiata Prato, città che da anni fa entrare e uscire soldi dalle sue tasche a ritmi vertiginosi, fa colazione, si prepara per andare in ditta. Però, sa che quello sarà il suo ultimo giorno di lavoro: la filatura è costretta a chiudere… e non sono più i rampanti anni 80, nè i confusi e possibilisti anni 90, stavolta si chiude per chiudere. Per chi come lui e come tanti è nato e cresciuto rispecchiandosi quasi solo nella professione, è la soglia di un mondo nuovo, di una nuova vita, di un baratro sconosciuto.

Percorrendo con il protagonista le 24 ore finali della vita per così come l’aveva conosciuta, si fa largo un interrogativo: è possibile essere felici in vecchiaia? Si può non sentirsi inutili, dopo aver guadagnato tanto, o poco, o troppo poco, dopo aver dato lavoro a persone, spedito curriculum, aver raggiunto il proprio obiettivo o aver dichiarato fallimento dieci volte, dopo tutto questo, oltre il rumore di fondo dei macchinari, rimane qualcosa?
Oh, non si preoccupi il diffidente spettatore,ché la domanda non vien posta per angosciarlo: la storia di FP è narrata come sappiamo fare noi. Le parti in prosa son comiche, molto comiche, e le parti in musica poetiche ed eteree, nessuno vuole la vostra noia. Certamente non vogliamo la nostra.

Ma in questo concerto per chitarra voci e cajon si apre una carrellata di pratesi e pratesità senza precedenti, si disegnano i confini di una realtà perduta, si intravede la luce di una speranza futura.
“Secondo Elsa Morante,” spiegano gli autori “FP significa Felici Pochi, quelle rare persone per cui stare al mondo è più una delizia che una croce.
Secondo noi, FP significa, più banalmente, Franchi Piero, titolare di una filatura costretta alla chiusura, destinato al pensionamento precoce.
L’augurio di questo spettacolo è che tutti i Franchi Piero di questo mondo possano un giorno trovare il loro modo di essere Felici Pochi”.

La rassegna proseguirà poi il giorno successivo con lo spettacolo “Fossi in Te” (Domenica 12 ottobre) che vedrà ancora una volta sul palco del piccolo Teatro di Bibbiena Riccardo Goretti, accompagnato stavolta dalla maestria di Alessandra Aricò.
Info e prenotazioni: 335 1980509 – nata@nata.it
Ingresso: 10€

Ultimi articoli