fbpx
12.4 C
Casentino
sabato, 25 Maggio 2024

I più letti

Beatrice Boschi: l’educazione è il pane dell’anima

Lavorare sui principi basilari della dieta mediterranea a partire dall’anamnesi del paziente; parliamo in primo luogo di questo con la Dott.ssa Beatrice Boschi, Biologa Nutrizionista casentinese, laureata triennale in Scienze Biologiche presso l’Università degli studi di Firenze e laureata magistrale in Scienze dell’Alimentazione e Nutrizione umana presso l’Università degli studi di Perugia.

L’approccio scientifico al tanto discusso tema del “perdere peso” sgombra immediatamente il campo dai falsi miti relativi a dimagrimenti “miracolosi”. Negli ultimi anni sempre più persone si affidano ad internet per fare diete improvvisate e restrittive che poi con il passare del tempo risultano essere fallimentari e anzi, in alcuni casi anche dannose per l’organismo.

Per perdere peso in maniera efficace non è necessario attuare una severa restrizione alimentare, al contrario bisogna cambiare stile di vita adottando un’alimentazione sana, bilanciata e soprattutto personalizzata. Correggere le scorrette abitudini alimentari non significa privare del tutto il paziente dei propri bisogni e piaceri; infatti, a partire da un questionario alimentare che tenga anche conto della professione e dell’attività fisica svolta effettivamente dalla persona, la Dott.ssa Boschi pone la PERSONALIZZAZIONE DELLA DIETA al centro del proprio operato, credendo fortemente nel fatto che, essendo la dieta uno stile di vita da mantenere nel tempo, deve essere permissiva e rispettare anche i gusti personali in campo alimentare del singolo.

La dieta mediterranea, costruita e modulata sulla base delle esigenze personali, è “l’unica dieta i cui effetti benefici e duraturi sulla salute del paziente siano scientificamente verificati”. Una visione netta e chiara quella della Biologa Nutrizionista casentinese; comunque imprescindibile dal ruolo “dinamico” che il paziente deve necessariamente svolgere per intraprendere al meglio un percorso che corregga quei comportamenti alimentari “personalizzati” a partire da solidi presupposti scientifici.

Seguire un piano alimentare corretto – ci spiega la Dott.ssa Boschi – “non significa affatto mettersi a dieta per tutta la vita”; rendere abituali e tutt’altro che pressanti comportamenti alimentari che in alcuni casi – anche se non in tutti – necessitano di piccole modifiche alle nostre abitudini consolidate, non può far altro che aumentare il benessere generale della persona. Proattività del paziente, quindi, che deve far proprie le “linee guida” tracciate dalla nutrizionista in direzione di uno stile di vita più sano.

La Dott.ssa Boschi opera regolarmente in Casentino e sta rapidamente espandendo la propria attività anche in altre zone della provincia di Arezzo.

Ultimi articoli