fbpx
12.3 C
Casentino
lunedì, 10 Maggio 2021

I più letti

Marri: «La maggioranza e il consiglio comunale di Poppi perdono il suo rappresentante più autorevole, con il silenzio assordante dell’amministrazione»

Dopo che nell’ultimo Consiglio Comunale il Sindaco Toni, ha fatto sapere, con grande “nonchalance” che il Consiglio stesso si sarebbe dovuto riunire in tempi brevi per la surroga del consigliere Pancini che nel frattempo aveva presentato le dimissioni, come gruppo di apposizione abbiamo preferito non fare approfondimenti a caldo onde poter pacatamente valutare tutte le implicazioni politiche ed amministrative che un gesto di tale rilevo avrebbe potuto e dovuto comportare.

Visto però l’assordante silenzio della maggioranza e dello stesso Sindaco difronte alle dimissioni del proprio Capo Gruppo, non possiamo che rilevare quanto segue:

1) Le motivazioni di carattere generali addotte per giustificare il forte gesto di protesta non possono che trovarci concordi nel condannare il comportamento delittuoso dalla maggioranza regionale in ordine ai colpevoli ritardi nella vaccinazione degli anziani e delle categorie più fragili perpetrati a favore di soggetti che, come ribadito efficacemente dal Presidente del Consiglio Draghi, avranno sulla loro coscienza la responsabilità, quantomeno morale, di tali ignobili privilegi. (A tale proposito vorremmo solo evidenziare come lo scandaloso comportamento della regione Toscana sia stato da noi denunciato già da tempo come si può facilmente rilevare anche dall’ultima intervista rilasciata a Casentino2000 a fine mese scorso)

2)Appare evidente come il giudizio sulla capacità di governo ed indirizzo della maggioranza focalizzato sull’accentramento acritico ed autoreferente di ogni e qualsiasi potere sul sindaco non potesse più essere tollerato da chi aveva inteso assumere l’impegno di consigliere comunale al libero servizio del solo interesse dei cittadini.

3) Con le dimissioni del Capo Gruppo della maggioranza si è finalmente preso atto di una amministrazione completamente inadeguata ed allo sbando, dove i suoi maggiori esponenti assumono iniziative (vedi le ultime feroci critiche mosse per scritto dal vice sindaco Acciai alla sua stessa maggioranza) di cui o non ci si rendono conto o, peggio, fanno finta di ignorarne la gravità.

4) Il Consiglio Comunale di Poppi con Pancini perde, oltre che un componente con lunga esperienza amministrativa, una delle poche voci capaci di alimentare un rispettoso, qualificato e proficuo confronto politico con l’opposizione che nel tempo può essere stato a volte sì aspro, ma sempre teso al costruttivo confronto a favore della ricerca di soluzioni razionali e di buon senso nell’esclusivo interesse della nostra comunità. Il consiglio comunale non perde soltanto il capogruppo di maggioranza ma semplicemente uno dei pochi, se non l’unico nella maggioranza, che aveva un’idea di come doveva diventare Poppi negli anni avvenire. L’unico che aveva una visione d’insieme.

5) l’appello rivolto ai maggiori esponenti della giunta a comportamenti coerenti e trasparenti non può che interrogare le coscienze di chi ha fatto nel vittimismo compulsivo una pluri-decennale pratica autoassolutoria. I tanti consiglieri che nel tempo hanno preso le distanze da simili false liturgie stanno a testimoniare come l’apparente alone di quotidiana disponibilità nasconda una ferrea volontà egemonica oramai giunta ad un livello parossistico.

6) le dimissioni di Pancini al quale il sindaco aveva, sia pur irritualmente, assegnato il compito come consigliere (?) di seguire le problematiche urbanistiche del comune, apre un problema non di poco conto in un settore particolarmente delicato. Ciò è oggi ancora più rilevante se si pensa che in queste settimane è in corso di predisposizione il piano urbanistico zonale che disegnerà per i prossimi 10 anni il futuro della vallata e del nostro Comune. Vedremo se nei prossimi giorni il sindaco nominerà un nuovo assessore all’urbanistica o, come oramai suo costume, accentrerà su di sé anche queste deleghe.

Ai posteri l’ardua sentenza.

David Marri, Capogruppo “Poppi cittadini in Movimento”

Ultimi articoli