fbpx
23.5 C
Casentino
martedì, 22 Giugno 2021

I più letti

Dalla Puglia al Casentino, sempre all’insegna dello sport!

di Giacomo Giovenali – Mi chiamo Ciro Patronelli, sono nato a Taranto, dove ho vissuto fino all’età di 20 anni, praticando sport come il calcio e il basket. Nel 2006 mi sono trasferito in Casentino per motivi di lavoro ed ho iniziato ad esplorare il paesaggio con delle uscite in MTB, grazie alle quali iniziavo ad amare e ammirare il mondo del ciclismo.
Nel 2016 con un amico siamo andati a vedere una gara di triathlon a Cesenatico, da subito rimanevo stupito e incuriosito nel vedere quella gente superare i propri limiti con determinazione ed ho subito pensato: “voglio anch’io partecipare e concludere una gara del genere”.

Nonostante non avessi mai praticato le singole discipline, nuoto, bici e corsa, ho iniziato a piccoli passi ad avvicinarmi al mondo triathlon, mi allenavo senza nessuna guida, semplicemente attuando i consigli di amici e consultando le informazioni su Internet, per poter partecipare a delle gare di triathlon. Riuscivo a raggiungere i miei obiettivi, e dal 2017 al 2020 ho disputato diverse gare di triathlon nelle varie distanze sprint, olimpico e medio, due maratone e alcune mezze maratone.
Essendo le mie ambizioni sempre più alte, tra le quali quella di partecipare ad un Ironman e le mie condizioni fisiche sempre più scadenti, ero sempre stanco concludendo gli allenamenti con molta fatica: così ho deciso di rivolgermi ed affidarmi a personale competente e preparato, ed ho subito pensato all’MTrainingLab e il suo coach Giacomo Giovenali.

Premetto che già conoscevo Giacomo personalmente, ricordo ancora le volte che lo vedevo correre lungo le piste ciclabili del Casentino, oppure in piscina, vasca dopo vasca, senza mai fermarsi, nutrendo nei suoi riguardi forte ammirazione.
Consapevole del suo trascorso nel mondo del triathlon non ho esitato a contattarlo. Dopo avergli prospettato i miei obiettivi, mi ha spiegato di cosa si occupa l’MTrainingLab e dove interviene la figura del coach.
Dopo questo colloquio, ancora più convinto, non ho esitato ad entrare a far parte della sua squadra e di essere preparato e seguito da lui.

Da questo momento i miei allenamenti sono sempre mirati e ponderati agli obiettivi della stagione, programmati da me, ma sempre con la supervisione del coach, Giacomo Giovenali, per rendere al meglio la preparazione atletica in vista delle Gare.
Sono passato da essere una bandiera in balia del vento ad avere una “bandiera” come riferimento con la sensazione di avere il vento sempre a favore.
Grazie coach, Grazie Giacomo Giovenali, grazie MTrainingLab.

Ultimi articoli

Articolo precedenteIl «bagno nella foresta»
Articolo successivoE uscimmo a riveder le stelle