fbpx
14.3 C
Casentino
mercoledì, 22 Settembre 2021

I più letti

«Il Sindaco di Talla dia applicazione alla legge regionale, in tema di Colonie Feline»

COMUNICATO – È la Storia di una colonia felina, mai censita dal Comune, nel centro storico di Talla. Questa colonia di gattini randagi, esiste ormai da anni.  I gattini contati, ad oggi, dalle volontarie sono circa 7. Le volontarie, con tanto amore e sacrifici, danno da mangiare ai gatti e si sono occupate anche di sterilizzarli a spese proprie.

A febbraio 2019, hanno richiesto al Sindaco del Comune di Talla, di riconoscere la colonia felina, mediante la presentazione di un Modulo di richiesta, regolarmente protocollato dagli uffici del Comune.
Anche nel mesi scorsi,  è stata presentata l’ennesima richiesta, di riconoscimento della colonia felina, ma, chi si occupa delle cure e del cibo per i gattini, non ha mai ricevuto nessuna risposta. A seguito della prima richiesta di censimento, durante una riunione  in piazza, a Talla, il Sindaco ha parlato della possibilità, di fare una colonia felina, nel centro del paese, ma tutto si è risolto con un nulla di fatto.
Così, i gatti, hanno dovuto continuare a subire le angherie di certe persone, che non li vogliono vedere per le vie del paese.
Gli ultimi aggiornamenti parlano di un’impiegata comunale che ha chiesto alle associazioni, di portare via dal paese i gatti.
La legge regionale 59, però, parla chiaro e prevede che il Sindaco censisca le colonie feline dei gattini randagi, consenta la loro sterilizzazione, gratuitamente, tramite la ASL Veterinaria del territorio e ne garantisca la tutela e la cura. Inoltre stabilisce che il gatto randagio appartiene al territorio dove risiede e deve stare dove sceglie.
Purtroppo si sono verificati episodi di gravi scorrettezze,  nei confronti delle gattare che si preoccupano di dare il cibo a questi gatti e dei gatti stessi, tanto che alcuni di loro, hanno pensato bene di rifugiarsi nei campi delle vicinanze, per evitare le continue  persecuzioni.
Nella speranza che il  sindaco prenda atto delle sue responsabilità, aspettiamo, che i gatti, trovino il rispetto e le cure che meritano, senza che  vengano tolti dal loro territorio di appartenenza, mantenendo, come prevede la legge, la loro libertà, piuttosto che finire in un gattile.

Ultimi articoli