Già partita in grande stile, con le solite veline quotidiane a tutta pagina e faccioni in primo piano, la campagna elettorale per le politiche di marzo. Anche noi in Casentino non ci facciamo mancare nulla e, epigoni di ridicoli più grandi che ogni sera vediamo promettere di tutto e di più sui tg, si parte con le promesse più disparate. Dalla sanità, al turismo, varianti e viabilità incluse.

E’ di oggi la notizia che la mammografia dovrebbe tornare ad essere fatta a Bibbiena. Era ora, se fosse vero. E’ bastato che lo chiedesse il novello comitato sulla salute, subito accontentato in un clima quasi idilliaco: “ l’azienda sanitaria e il Movimento dei cittadini (quali? quanti?), in contrasto per anni e mai così vicini”… Potenza delle urne. Dopo le elezioni ne riparleremo.

Altro capitolo memorabile la presentazione giovedì prossimo a Corsalone della “Variante del Corsalone alla Sr 71”. Però, allora partono i lavori! No, non proprio si sta parlando solo della “presentazione dello studio di fattibilità”. Sicuramente è il primo passo, ma spesso da uno studio di fattibilità alla realizzazione delle opere in oggetto passano alcuni anni. Ma come? Ma non erano stati stanziati già 16 milioni di euro e i lavori dovevano partire nel 2018? Potete leggere il nostro articolo in merito, ma tanto non è importante, Importante sarà venerdì o sabato, dopo questa grande serata, dettare un’altra velina, di quelle solite quotidiane che leggete al bar, che annuncia che finalmente parte la variante di Corsalone. Esilarante anche il fatto che questa serata è prevista a “ingresso libero”. Dovremmo anche pagare per sentire disquisire Mister 18.000 preferenze e magari anche il mitico Cespuglio…???

Le elezioni si avvicinano, altre mirabolanti veline cariche di promesse, ci attendono.

Il Badalischio