da Confcommercio Arezzo – “Esprimiamo grande apprezzamento per la decisione dei Comuni della provincia di Arezzo di dare continuità all’attività di commercio su area pubblica, anche nei festivi e nei prefestivi. Un segnale importante per la categoria” afferma Catiuscia Fei, vice direttore Confcommercio Arezzo

“Chiudere i mercati sarebbe stata una spada di damocle per gli ambulanti” secondo Rodolfo Raffaelli, presidente Fiva-Confcommercio Toscana. “Daremo un contributo importante per rendere i mercati ancora più accoglienti e sicuri, garantendo salute e sicurezza pubblica. E chiediamo attenzione anche per i fieristi, esclusi dall’ultimo decreto ristori”

Regolarmente aperti tra gli altri il mercato del sabato di Arezzo, il più grande della provincia, quelli di Cortona, Sansepolcro e San Giovanni Valdarno.