Lettera aperta di David Marri all’Onorevole Silvia Costa, – In merito alla nota da Lei diffusa agli organi di stampa, mi preme evidenziare che anche io, come Lei, ero un invitato al dibattito che si doveva tenere martedì sera a Ponte a Poppi e che, nelle intenzioni degli organizzatori, doveva essere un costruttivo confronto per cercare utili e proficui spazi di collaborazione con le istituzioni europee nell’esclusivo interesse dei piccoli comuni come quelli casentinesi.

Dispiace constatare come la provincialità del sindaco di Poppi abbia di fatto impedito un importante momento di dibattito a cui Lei e la dottoressa Beatrice Covassi già capo della rappresentanza italiana al parlamento europeo, avrebbero sicuramento dato un contribuito capace ed autorevole.

Da un sindaco che vantava l’ottanta percento dei consensi ci dovremmo aspettare bel altro comportamento.

Questa è l’ennesima dimostrazione di inadeguatezza nonché la motivazione principale del perchè il Comune di Poppi sia orami non solo il fanalino di coda del Casentino, ma dell’intera provincia. Spero che in futuro ci potranno essere nuove opportunità di confronto che, superando l’appartenenza di ognuno, abbiano come solo ed unico scopo il perseguimento del bene comune delle realtà e dei territori a cui facciamo riferimento.

Le rinnovo quindi la mia stima e gratitudine per il ruolo che sino ad oggi ha svolto anche come presidente della “commissione cultura e istituzioni” del parlamento europeo.

David Marri, Candidato a Sindaco Lista Civica Poppi-Cittadini in Movimento