La seconda edizione dei Campionati Italiani di trail lungo si è svolta in Toscana, a Badia Prataglia (Arezzo). Nel contesto del Trail Sacred Forests, sulla distanza dei 50 chilometri con 2800 metri di dislivello positivo, a conquistare il titolo maschile è stato il bergamasco Luca Carrara (Libertas Vallesabbia) al traguardo in 4h40:11 davanti a Davide Cheraz (Atl. Sandro Calvesi, 4h47:07) e Giulio Ornati (Bognanco, 4h55:06). La gara delle donne ha invece visto il successo di Lara Mustat (Circolo Minerva), nata a Cuneo ma residente a Parma, che si è aggiudicata il tricolore in 5h40:20 nei confronti di Cristiana Follador (Us Aldo Moro Paluzza, 5h42:30), terzo posto a Giulia Petreni (Prosport Atl. Firenze, 6h45:44). Nelle classifiche “over 35”, per i master A (dai 35 ai 49 anni) Carrara ha preceduto Giuliano Cavallo (Pol. Sant’Orso Aosta, 4h58:02) e Mauro Cardinali (Marathon Club Città di Castello, 5h19:18), mentre le prime tre al femminile sono le stesse della graduatoria assoluta. Fra i master B, dai 50 ai 64 anni, Norberto Perolari (G. Alpinistico Vertovese, 6h39:11 si è lasciato alle spalle Giuseppe Pianesi (Nuova Pod. Loreto, 6h54:55) e Leonardo Renni (Atl. Banca di Pesaro Centro Storico, 7h02:41), invece tra le donne la migliore è stata Annamaria Masetti (Atl. Banca di Pesaro Centro Storico, 7h53:53).

All’evento, nonostante il meteo avverso, sabato 17 settembre hanno preso parte circa 500 trailer su quattro diversi percorsi: oltre a quello del campionato italiano, anche l’ultratrail medio di 82 km (dislivello 4200 metri), il trail di 26 km (1500 metri) e lo short trail di 14 km (800 metri). La manifestazione il prossimo anno accoglierà i Mondiali di Trail, il 10 giugno, attraversando siti come la Lama, la Foresta Integrale di Sasso Fratino e la Diga di Ridracoli incastonata tra le foreste del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. L’appuntamento è stato valido anche come ottava tappa del FIDAL Mountain and Trail Running Grand Prix, con le prossime che si svolgeranno il 16 ottobre a Segni (Roma) per il Trail dei Monti Lepini e quindi il 6 novembre ad Alba (CN), con l’Ecomaratona delBarbaresco e del Tartufo d’Alba.

http://www.fidal.it/risultati/2016/COD5946/Index.htm