Venerdì 31 luglio alle ore 21 per Pillole di Storia a Subbiano nella bella terrazza sull’Arno della piazzetta della Chiesa Antica di Santa Maria Della Visitazione si parlerà di Don Lorenzo Boschi, il prete che vendendo tutte le sue proprietà creò l’Ospedale Boschi . “Far conoscere la  storia del paese di Subbiano è uno degli obbietti della nostra Amministrazione Comunale” spiega l’assessore alla cultura Paolo Domini ” per questo non manchiamo mai di promuovere e divulgare progetti  di ricerca come quello proposto dall’associazione culturale Centodue, da Lia Rubechi e Luciano Maestrini , che ci porta a scoprire la figura di un grande benefattore del nostro territorio, Don Lorenzo Boschi,  sconosciuta ai più, eppure”continua Paolo Domini” è grazie a questo prete che Subbiano fu uno dei paesi all’avanguardia per i servizi sanitari e sociali delle nostre zone,  per  dare sostegno ai più deboli , ai più bisognosi con la fondazione dell’Opera Pia Boschi  e dell’Ospedale, oggi sede della RSA Boschi e della Casa della Salute” . Correva l’anno 1909 ,era il 20 giugno,  quando dopo venti anni dalla morte di Don Lorenzo Boschi fu inaugurato l’Ospedale Boschi di Subbiano, secondo le sue volontà testamentarie, un Ospedale  che prese avvio anche con il contributo del Comune per i servizi ospedalieri da offrire ai cittadini. Una ricerca storica lunga e difficile quella di Lia Rubechi e Luciano Maestrini, che parte dall’archivio storico di Subbiano, ma entra nell’archivio Vescovile della Diocesi di Arezzo, da ringraziare per la grande disponibilità, per addentrarsi  in quella di Fiesole, che però purtroppo non ha risposto. Una serata fatta di immagini, di documenti, inframezzata da intermezzi musicali grazie a due giovani, ma apprezzati ,musicisti subbianesi, Francesco Senesi e Giovanni Senesi. Una serata dove si scoprirà  che Don Lorenzo Boschi non è quel Paolo Boschi  destinatario della “boscheide” in cui diversi, anche storici ,  sono caduti , così che sarà divertente scoprire alcuni aneddoti raccontati da Luciano Maestrini. Un incontro dove s’incontreranno territori diversi, quello di Chiusi della Verna, dove si trovavano la maggior parte delle proprietà di Don Boschi  che saranno vendute per fondare l’Opera Pia Boschi , il territorio di Londa, dove nella Chiesa di San Leolino Don Boschi sarà pievano dal 1833 sino alla sua morte, e Subbiano dove Lorenzo  nasce nel 1805  e dove nel 1829 , dopo essere stato ordinato sacerdote, viene assegnato come cappellano proprio in quella Chiesa davanti alla quale si svolgerà l’incontro e che nel suo porticato conserva la sua statua. “Pillole di storia”, come ogni volta, sarà consegnata nella forma cartacea a tutti i partecipanti alla serata, da leggere e per non dimenticare la storia del proprio paese.