fbpx
8 C
Casentino
domenica, 5 Dicembre 2021

I più letti

Muscoli e Covid: una relazione segreta

di Federico Bronzin – È ben noto come un corretto e costante esercizio fisico contrasti la perdita di forza e tono muscolare connessa all’invecchiamento, con ripercussioni positive sulle capacità cognitive, la disabilità, la funzione cardiovascolare e respiratoria, sul ritmo sonno-veglia e molto altro.

Fin qui tutto detto e stradetto. Quello che invece non viene detto è che il ruolo centrale della massa muscolare è stato scientificamente osservato anche in riferimento al Covid: gli anziani più in forma hanno un minor rischio di progressione grave della malattia, perché hanno un sistema immunitario più efficiente.

Il corretto e costante esercizio fisico, a tutte le età e soprattutto negli anziani, è uno scudo in più contro il Covid-19. Evitare la perdita di tessuto muscolare connessa con l’invecchiamento riduce il rischio di conseguenze gravi dell’eventuale infezione, perché una buona massa muscolare favorisce una corretta risposta immunitaria. Avere muscoli in salute accelera anche il processo di guarigione e recupero, contrastando i principali sintomi della sindrome post Covid che, stando a una ricerca condotta da geriatri del Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma, comporta stanchezza o affanno nell’87% dei pazienti che ne sono colpiti e che lamentano malessere persistente anche a distanza di settimane dalla risoluzione dell’infezione.

L’esercizio fisico è perciò un vero ‘farmaco salvaVita’, sia per ridurre il rischio di ammalarsi, sia per superare al meglio la malattia in caso di contagio, tornando più rapidamente e meglio alla normalità. Lo sottolineano gli esperti, lo dice la Scienza eppure, come in molti altri casi, ci troviamo di fronte a un mutismo comunicativo che, agli occhi di chi non si accontenta di ascoltare, ma osserva, è davvero imbarazzante.

Un farmaco salvaVita, un’arma in più contro un mostro terribile, eppure il silenzio.
Sarebbe ora, a pieno diritto, che l’attività fisica venisse regolamentata e riconosciuta come Medicina Integrata. Ma troppi interessi ruotano attorno alla medicina perché ciò avvenga.

Federico Bronzin, dottore in scienze motorie e sportive, preparatore fisico e massoterapista per il benessere

Ultimi articoli