fbpx
31.1 C
Casentino
martedì, 5 Luglio 2022

I più letti

Specialisti in inaugurazioni… anticipate

Con il ritorno della primavera, il 21 marzo scorso, è arrivata anche l’inaugurazione in pompa magna della Casa della Salute di Stia, salutata come una conquista epocale. Grandi discorsi, in cui si parla anche di momento storico (!?!), tour per la popolazione e curiosi, soddisfazione che sprizza da tutti i pori, una altro spot elettorale portato a casa.

C’è solo un piccolo particolare il 21 marzo la Casa della Salute è stata sì inaugurata, ma in realtà, è ancora oggi desolatamente chiusa!

Vi ricordate della piscina riabilitativa di Cerromondo? Anche quella fu inaugurata in grande stile, ma oggi, dopo mesi e mesi, è ancora chiusa e non accessibile dai pazienti.

Ci chiediamo il perché di queste inaugurazioni fatte prima dell’effettiva apertura delle strutture; perché non aspettare un mese, due mesi, il tempo necessario e poi aprire davvero, con i servizi funzionanti? Sinceramente non riusciamo a capire tutto ciò, questa ansia da prestazione da taglio del nastro.

La Asl ci ha confermato che da un punto di vista sanitario è tutto pronto dal giorno dell’inaugurazione. Ancora ci sono dei problemi tecnici che hanno impedito fino ad oggi l’apertura reale della struttura, ma ci dicono che la situazione dovrebbe risolversi a breve.

Comunque, il giorno delle elezioni, il 26 maggio, si avvicina, siamo certi che prima di quella data, la Casa della Salute di Stia sarà davvero aperta e funzionante (speriamo). Anzi, questo ritardo potrebbe anche rivelarsi una ghiotta occasione; un’altra bella inaugurazione non ce la leva nessuno.

Che tristezza…

Il Badalischio Elettorale

Ultimi articoli