fbpx
8.3 C
Casentino
mercoledì, 30 Novembre 2022

I più letti

A Castel San Niccolò si celebrano gli spaventapasseri

Si sta realizzando in alcune frazioni del Comune di Castel San Niccolò una bella iniziativa di riscoperta delle nostre tradizioni popolari e contadine che riguarda gli spaventapasseri.

Il cuore dell’iniziativa è la realizzazione degli spaventapasseri, utilizzati storicamente nelle nostre campagne in difesa del sudato e prezioso raccolto. L’obiettivo è quello di recuperare le nostre tradizioni contadine e popolari con l’intento di promuovere il territorio e con l’occasione, durante la visita del viaggiator incuriosito, raccontargli un po’ di nostra storia…

L’ombrello nasce per proteggersi dal sole, come indica il suo nome, dal latino tardo “umbrella”, “umbra” (ombra), lat. classico “umbella”, parasole. La scelta di questo oggetto per abbellire il paese, intende simboleggiare la “protezione”, in senso lato, da qualsiasi evento funesto, mentre a varietà dei colori, vuole evocare giubilo e allegria. L’origine dell’ombrello si perde nella notte dei tempi. Che derivi dall’antico Egitto o dall’Estremo Oriente, si è diffuso attraverso i secoli nelle civiltà di lutto il mondo. In questo senso gli ombrelli di Borgo alla Collina sono anche emblema de l’unione tra I popoli.

 

 

Ultimi articoli