fbpx
19.6 C
Casentino
domenica, 3 Luglio 2022

I più letti

Dipendenti dell’Unione dei Comuni del Casentino denunciano gravi danni al patrimonio agricolo-forestale regionale

Lo scorso ottobre, alcuni dipendenti del soppresso settore agricoltura e foreste e di altri servizi dell’Unione dei Comuni montani del Casentino hanno segnalato gravi problemi in merito alla gestione del patrimonio agricolo-forestale toscano. Hanno dunque inviato una lettera al Presidente dell’Unione e ai sindaci dei Comuni aderenti, divulgata poi a mezzo stampa e inoltrata all’attenzione dei Consiglieri regionali per via telematica.

I Consiglieri regionali del PdL Claudio Marignani e Roberto Benedetti, rispettivamente vicepresidente e membro della Commissione regionale Agricoltura, ed i colleghi PdL aretini, Consiglieri Stefano Mugnai e Paolo Enrico Ammirati, hanno raccolto le preoccupazioni degli scriventi presentando un’interrogazione scritta nel Parlamento toscano, al fine di chiedere delucidazioni al Presidente della Giunta Enrico Rossi e all’Assessore competente in merito ai problemi sollevati nell’ambito dell’Unione dei Comuni montani Casentinesi.

“I mandatari della suddetta lettera denunciano dati preoccupanti – dichiarano i membri del PdL – riduzione dei finanziamenti regionali per lavori in appalto, riduzione dei proventi economici incassati, stallo delle procedure di appalto dei progetti forestali avviati nello stesso periodo dell’anno, e infine mancato affidamento della revisione del piano di assestamento forestale del complesso Pratomagno-Casentino, scaduto a fine 2011, con effetti negativi sulla programmazione”.

“Non emerge certo un quadro confortante – concludono Marignani, Benedetti, Ammirati e Mugnai – Perciò chiediamo alla Giunta una immediata verifica sulla gestione del patrimonio agricolo-forestale regionale. Ma soprattutto attendiamo che la Regione fornisca ai dipendenti che hanno denunciato i suddetti problemi gli opportuni chiarimenti”.

Ultimi articoli