I Consigli comunali di Ortignano e Bibbiena (con importanti defezioni) hanno di recente approvato la delibera con cui si da il via alla possibile fusione dei due comuni, passando per l’ennesimo referendum. Scelte fatte senza coinvolgere i cittadini (se non minimamente), le associazioni, le imprese. Ad appena un anno dalle prossime elezioni amministrative di Bibbiena e con Bernardini ormai giunto alla fine dei due mandati, questa forzatura ci pare dettata solo dalla sua voglia di continuare per altri anni a fare il Sindaco, e per Ortignano per sopravvivere e cercare i fondi necessari per tirare avanti.

Dopo il referendum a tre fallito pochi mesi fa, ci si ostina a riproporre un’altra consultazione elettorale invece di pensare ai seri problemi del territorio.

Per questo ci sentiamo di lanciare un appello, a tutti i consiglieri regionali, di tutti i partiti, senza distinzioni: FERMATELI!!! Fermate questo referendum fatto solo per scopi personalistici. Dopo le elezioni amministrative del 2019 semmai affrontate con coraggio un riordino più ampio e strutturato, in prospettiva, di TUTTO il Casentino. Da subito, già nella commissione consiliare che tra poco (a fine mese?) discuterà del possibile referendum, abbiate il coraggio di dire no. Fermateli.