fbpx
11 C
Casentino
domenica, 27 Novembre 2022

I più letti

«Il Casentino non può aspettare»

Martedi 30 settembre si è svolto il consiglio all’Unione dei comuni. Casentino Insieme, il gruppo civico di minoranza, ha posto in evidenza le problematiche che avranno i comuni dal primo di gennaio, data in cui tutte le funzioni fra gli enti saranno gestite in maniera associata. “Chiediamo se i servizi saranno già efficienti dal primo gennaio, a che costi e soprattutto se è stato già predisposto un progetto per il personale, per l’elaborazione dei bilanci e quale ruolo avranno i piccoli comuni spogliati di tutte le deleghe “. Domande lecite, per il bene dei cittadini, di cui avremo risposta al prossimo consiglio. Grande apertura del Presidente dell’Unione Agostini, apprezzata da tutto il gruppo di minoranza, dove con un documento votato in giunta e poi discusso in Consiglio dichiara di voler tornare a discutere su fusioni, Comune Unico e Unioni non sovraordinate attraverso una commissione tecnica-politica, insieme al comune di Bibbiena e di Pratovecchio-Stia. Commissione di cui la minoranza chiede di far parte proprio in nome della democrazia e dell’apertura del Presidente. Facciamo anche appello al Presidente affinchè valuti attentamente le problematiche dei piccoli comuni, (oggi senza peso incisivo e amministrativo verso gli enti superiori e verso le partecipate), a intraprendere un percorso verso le fusioni.

Speriamo sia veramente la volta buona. Qualche preoccupazione certamente l’abbiamo, dato che nella stessa serata lo stesso documento non è stato approvato nel consiglio comunale di Poppi, ma rinviato. Nonostante, il parere favorevole del sindaco Toni e di Pancini, i consiglieri hanno in maniera velata preferito rimandare. Rimaniamo sorpresi da tale scelta dato che l’amministrazione di Poppi ha la medesima appartenenza politica della maggioranza dell’Unione dei Comuni. Vogliamo veramente tutti il bene del nostro territorio? Vogliamo creare veramente un Casentino unito per aiutare i cittadini? Ci sono solo scaramucce o qualche contrasto nella sola maggioranza di Poppi oppure il PD casentinese marcia a due volocità? Speriamo che tutto questo non comporti ancora ritardi per il nostro futuro… il Casentino non può più aspettare.

Casentino Insieme

Ultimi articoli

Articolo precedenteScendiamo in “pista”
Articolo successivoL’iperrealismo a Bibbiena