Nella mattinata odierna, in Arezzo, il Generale di Brigata Alberto Mosca, Comandante della Legione Carabinieri “Toscana”, che a breve lascerà il capoluogo fiorentino per assumere il comando della prestigiosa Legione Allievi Carabinieri di Roma, ha salutato i Carabinieri del Comando Provinciale di Arezzo.

Il Generale Mosca, ricevuto dal Comandante Provinciale, Colonnello Luigi Arnaldo Cieri, si è intrattenuto con tutti gli ufficiali e una rappresentanza di militari di ogni ordine e grado in servizio nella provincia di Arezzo, ai quali ha rivolto un sentito e vivo ringraziamento per l’impegno costantemente e proficuamente profuso nello svolgimento dell’attività istituzionale e, in particolare, per la prossimità assicurata alla popolazione, nonché per la leale, fattiva e incondizionata collaborazione ricevuta in ogni circostanza.

Il Colonnello Cieri ha, a sua volta, ringraziato il Generale Mosca per la preziosa opera di guida, indirizzo e sostegno in ogni settore dell’attività istituzionale, talché l’Arma aretina ha risposto con professionalità ed efficacia alla accresciuta “domanda di sicurezza“ della popolazione, garantendo sempre le necessarie condizioni di legalità sull’esteso e variegato territorio provinciale.

All’incontro era presente anche una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri, che il Generale ha ringraziato per la vicinanza dimostrata all’Istituzione da parte di tutti i militari in congedo.

Nella caserma intitolata alla M.O.V.M. Appuntato dei Carabinieri “Carmine Della Sala”, sede del Comando Provinciale Carabinieri, l’alto ufficiale ha anche salutato il Dott. Saverio Ordine, Prefetto della Provincia di Arezzo, il Presidente del Tribunale, Dott.ssa Clelia Galantino, il Sostituto Procuratore Dott. Marco Dioni, in rappresentanza del Procuratore della Repubblica, Dott. Roberto Rossi, il Questore, Dott. Enrico Moja e il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Colonnello Andrea Tesi, ai quali ha rivolto il proprio ringraziamento per la gentilezza dimostratagli e per la considerazione e fiducia sempre espresse all’Arma della provincia di Arezzo, nel quadro di una costante unità di intenti e sinergia istituzionale.

Il Comandante Legionale dei Carabinieri, nella circostanza, ha espresso la sua particolare soddisfazione per aver avuto il privilegio di comandare i Carabinieri di una regione di grandi tradizioni storico-culturali e da sempre molto vicina ai Carabinieri, nella quale la generosa e laboriosa provincia aretina occupa un posto di assoluto rilievo.