Cento anni fa veniva barbaramente assassinata Rosa Luxemburg, figura straordinaria di donna che ha sacrificato la propria vita per gli ultimi e gli oppressi, contro la barbarie della guerra e dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo. Il suo esempio ed il suo messaggio rimangono di cocente attualità, ed è per questo che Milleforme vuole dedicare a Lei il 1° maggio, non per un ennesimo e mortificante necrologio, né per una semplice rievocazione storica, ma proprio perché le ragioni del sacrificio di Rosa sono ancora tutte lì nella loro drammatica evidenza di divisioni e conflitti, di iniquità e diseguaglianze, di pregiudizi e arretramenti rispetto ad un’ipotesi alta  di un nuovo umanesimo. Ne parleremo a partire dalle 17,00 al Teatro Dovizi di via Rosa Scoti, nel Centro Storico di Bibbiena (AR), con Luana Collacchioni dell’Università di Firenze, Don Francesco Pasetto e Marcello Faletra (Accademia di Belle Arti di Palermo), ma anche con i tanti che vorranno intervenire, tra le letture del gruppo “A vivavoce“e le incursioni del violino di Andreas Petermann, proiezioni, testimonianze, analisi e suggestioni.

Associazione Milleforme

rosa1