fbpx asd
30 C
Casentino
martedì, 23 Luglio 2024

I più letti

Patrizia Dimiccoli: correre… senza più paura

a cura di Giacomo Giovenali – Sono Patrizia Dimiccoli e anche io mi considero una sportiva! Insicurezze di vario tipo possono nascondersi dietro la paura di fare sport: paura di fallire, della fatica, del dolore e della delusione di non riuscirci. La mia paura è stata legata ad un infortunio e così per anni ho modificato alcuni comportamenti ed abitudini, rinunciando allo sport per timore di farmi male.

Alcuni mesi fa, ho deciso di uscire dalla mia confort zone e di assumermi dei rischi cambiando atteggiamento. Così mi sono immersa in questa nuova esperienza di sport e, poiché non sempre riusciamo a dare il massimo di noi stessi da soli, mi sono fatta aiutare dal coach Giacomo Giovenali, una figura professionale con specifiche competenze nel settore avendo sia un diploma I.S.E.F. che una laurea specialistica in scienze motorie.

Giacomo ha adottato una metodologia ben studiata ed architettata per me. Infatti il coach ha impostato gli allenamenti in base alle mie necessità, con i tempi di apprendimento e recuperi personalizzati, organizzando anche incontri presso la sua struttura di Bibbiena (Ar), l’MTrainingLab Academy di Casale Chiesina.

Man mano che le settimane di allenamento sono trascorse, ho cominciato a notare alcuni miglioramenti fisici e mentali. Così, ciò che all’inizio consideravo dei cambiamenti radicali sono diventati una parte fondamentale della mia quotidianità ed ho pensato: “Come ho fatto a vivere senza tutto questo?”

Per il raggiungimento degli obiettivi è stato importante il supporto del coach Giacomo Giovenali, che mi ha educato alla forza di volontà, alla costanza e allo spirito di sacrificio oltre a fornirmi la giusta motivazione. Il coach mi ha inoltre dato l’opportunità di mettermi alla prova ottenendo di rafforzare le migliori qualità già possedute, oltre ai vantaggi sul piano del benessere fisico e mentale.

Oggi sono cambiata, peso alcuni chili in meno, ho qualche muscolo in più e corro, ma soprattutto è cambiata la mia visione: ora vedo la possibilità del successo e non più quella del fallimento che, se anche dovesse succedere, mi lascerebbe comunque con la consapevolezza di averci provato.

Spero di tenere sempre presente nel tempo la convinzione che, per vivere la vita fino in fondo, dobbiamo porci delle sfide difficili, scegliere obiettivi oltre la nostra portata. Infatti, solo tentando l’impossibile potremo stupire noi stessi, scoprire le sconfinate potenzialità di cui siamo dotati e superare anche barriere apparentemente insormontabili.

Alcuni mesi fa mi spaventava l’idea di correre, ora conto i chilometri con il mio coach e ci siamo posti traguardi ancora più ambiziosi…

Ultimi articoli